Dreamphone: primi commenti

A 2 settimane circa della presentazione ufficiale del Dreamphone, facciamo un primo punto dell’effetto del google phonino sul mercato americano.
Partiamo con una correzione del prezzo: il prezzo è di 179,99 $ anziché 199 come sembrava nel primissimo momento.
La critica più pronta è stata fatta sul piano del design che, risulta meno bello del rivale Iphone. E sempre in realzione al rivale, l’altro appunto è in merito alla tastiera qwerty anziché touch screen (anche se ha capacità touch screen).
A giudicare dalla reazione del mercato, i primi commenti hanno avuto vita breve e le prenotazioni sul sito della T-mobile né sono la dimostrazione: dopo 3-4 giorni i 60.000 Dreamphone opzionabili erano terminati. Sì, il successo, forse, anche solo per merito della pubblicità e del nome Google, è al momento garantito e T-mobile per poter cercare di soddisfare la clientela ancora non accontentata, tornerà presto con una seconda prenotazione.
L’aspetto sicuramente più interessante è l’integrazione del negozio Amazon direttamente nel software del Dreamphone, in questo modo l’utente, potrà sentire le anteprime e decidere di acquistare direttamente la canzone sul proprio smartphone  ad un prezzo indicativo di 0,89.
Questo progetto può andare anche in ottica più ampia e che non riguarda solo la fetta di mercato in gran parte dominato da itunes e della Apple.
Guardare comunque il Dreamphone G1 in un ottica solo musicale, può essere limitativo considerando le ambizioni e le “visioni” di Brin e Page. Però adesso stiamo parlando, di uno smartphone che deve ancora essere consegnato.
Concludo purtroppo con una nota negativa: per il mercato europeo bisognerà attendere il primo trimestre del 2009 prima di poter vedere arrivare il primo Dreamphone. Il problema, reale non è questo, è la necessita di Wi-Fi per effettuare il download degli MP3, cioè bisogna essere in un area coperta da Wi-Fi. I chilometri quadrati coperti in Italia, sono davvero pochi ad oggi, speriamo che qualcosa cambi da qui a febbraio-marzo! Sarà davvero per l’Italia il Dream Phone?

Dreamphone: primi commentiultima modifica: 2008-10-07T00:08:23+02:00da affiliazione
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Dreamphone: primi commenti

Lascia un commento